TESTI E FOTOGRAFIE SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTRICE. IL LORO USO E' CONCESSO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE.IL MIO BLOG NON RITIRA E NON ASSEGNA PREMI.GRAZIE :)

Tuesday, 19 April 2011

GUDANGAN



E' facile considerare la carota come un ingrediente banale ed adatto per lo piu' ai piatti della routine quotidiana.
Eppure se andiamo indietro di soli 200-300 anni la carota veniva considerata una pianta esotica ed affascinante.
Le bibbie del giardinaggio inglese del primo Ottocento suggerivano un elegantissimo ornamento di carote da mettere a fianco al caminetto: "....young and delicate leaves unfold themselves,forming a radiated tuft of a very handsome appearance...."
In tempi ancora precedenti,le elegantissime signore del periodo Stuart adornavano capelli e cappelli con le foglie delle carote.



Oggigiorno le carote hanno un ruolo ben diverso;ecco una ricetta per iniettare un
poco di glamour a questi ottimi vegetali.
Il gudangan e' una ricetta indonesiana,probabilmente originaria di Giava e poi diffusasi,sotto varie forme,in tutta la nazione.E' detto anche urap e penso che il termine urap abbia a che fare con la noce di cocco grattugiata,tipica di questa pietanza.
E' spesso preparato per lo slametan,un pasto rituale dedicato al profeta Muhammad e alle anime degli antenati.
Devo dire che mentre lo mangiavo ho sognato una pancia di maiale con anice stellato e pepe di Szechuan,ma date le connotazioni di questo piatto,si e' trattato di un pensiero perverso.(L'Indonesia e' la piu' grande nazione islamica al mondo.Cio' nonostante il maiale viene mangiato presso le comunita' Hindu.Ho ,da qualche parte,
un'ottima ricetta per un "maiale all'indonesiana".Ma cio'sara' il soggetto di un altro post).
A Londra c'e' un grande boom delle cucine asiatiche al momento.
Quella indonesiana e' la grande esclusa,probabilmente non aiutata dal fatto che ci sono alcuni ristoranti di dubbia qualita' a farle da portabandiera.
Ed e' anche una cucina su cui non e' stato scritto tantissimo,per quanto esista un testo classico sull'argomento (Sri Owen Indonesian Food).
Ma bando alle ciance ed ecco la ricetta.Questa versione del gudangan e' "amica dell'occidente",dato che questa specialita' viene spesso cucinata con foglie di taro
,amaranto e fagioli-asparago,vegetali che non appaiono tutti i giorni al Carrefour.


 
Posted by Picasa


INGREDIENTI
275 gr. di cavolfiore a pezzetti
130 gr. di carote,tagliate a strisce sottili con la mandolina
100 gr. di peperone rosso
2 spicchi d'aglio tritati
30-35 gr. di succo di lima
2 cucchiaini belli pieni di zucchero grezzo
un pizzico di peperoncino in polvere
sale
50 gr. di noce di cocco grattugiata (fresca)
----------------------------------------
1:passare cavolfiore e carote (separatamente) nell'acqua bollente salata per qualche minuto e scolare.

2:mettere nel robot peperone,aglio,zucchero,peperoncino e sale.
azionare le lame ed aggiungere il succo di lima gradualmente fino ad ottenere una salsetta.

3:versare la salsetta sui vegetali tiepidi e cospargere con la noce di cocco.

Note. Con l'aggiunta di un uovo sodo e del riso si otterra' "nasi gudangan",un ottimo piatto completo.

BUON APPETITO!

21 comments:

Valentina said...

E' fortissima questa ricetta! Pure la noce di cocco...mi piace questo insieme di ingredienti. Un abbraccio e a presto!

fantasie said...

Mi piace, mi piace e mi piace... Cioè le tre versioni sono tutte meravigliose!

arabafelice said...

Mi stupisci sempre, questa proprio non la conoscevo!

Federica said...

Ogni volta che passo di qui imparo sempre qualcosa. 1 piatto-3versioni tutte ugualmente stuzzicanti con un ingrediente che per me non è affatto scontata e banale. Anzi! Un bacio, buona settimana

merendasinoira said...

sono tutti sapori a me graditi e...li ho in casa...:-)
come sempre ci dai delle perle di informazioni...ogni ricetta ha del fascino in più!

Patrizia said...

Ma che ricetta affascinante!
Mi piace moltissimo!

speedy70 said...

Bellissimo e utile post cara e ghiotta questa ricetta, grazie!!!!!

Le ricette dell'Amore Vero said...

complimenti per il tuo blog, sei proprio brava! se ti va sei la benvenuta nel mio! :)

terry said...

Le carote mi abbondano in frigo... come sempre mi dai ispirazione culinaria a 360° :)

acquaviva said...

scusa, in che senso ritieni questo non sia un piatto da routine quotidiana? Abbiamo visto cose (quotidianamente su questo blog) che voi umani...
E poi non ho proprio sottomano le foglie di taro, ma in quanto al resto...

Andrea Libertella said...

Ricetta davvero originale , sicuramente non me la farò scappare...

Muscaria said...

Non lo conoscevo questo piatto...
La cucina indonesiana, al contrario per esempio di quella giapponese, non mi è totalmente sconosciuta.
Quando vivevo in Olanda con la cucina Indonesiana mi ci sono sbizzarrita.
La cucina Olandese è influenzata da diverse cucine, fra le quali appunto quella Indonesiana.
Ogni tanto mi prende la scimmia di riprendere in mano certe ricette, ma quando succede non ho fra le mani gli ingredienti perché sono nella "Location" sbagliata :P

Shit, now I feel like eating Bami, and it's your fault!

Bamixxx

Edith Pilaff said...

@ Valentina:ciao,la noce di cocco con il succo di lima e' una delizia..
Un bacione!

@ fantasie:ciao,allora tre porzioni per te!
P.S. Problema risolto,ora posso vedere il tuo blog senza che blogger faccia le bizze.
A presto!

@ arabafelice:ciao,ti ho pensato proprio appena hai postato il commento.Stavo dando un'occhiata a The Independent e leggevo che gli australiani vogliono lanciare il cammello come carne da BBQ!
Il tuo prossimo business?....
Un bacione.

Edith Pilaff said...

@ Federica:ciao,sono contenta che la ricettina ti abbia stuzzicata!Spero la proverai.
Buona giornata!

@ merendasinoira:una noce di cocco in casa e' un bene prezioso!
Un bacione.

@ Patrizia:grassie,provala,vedrai che ti piacera'.
Un abbraccio.

@ speedy70:grazie,passo da te per il dolce....
Buona giornata!

Edith Pilaff said...

@ Le ricette dell'Amore Vero:
ciao e grazie,seguo il tuo blog con interesse ed infatti,tempo permettendo,presto dovrei pubblicare una cosina che hai fatto anche tu....
Un bacio.

@ terry:sei gentilissima,una barbona a 360 gradi ti ringrazia! :)

@ acquaviva:you are funny!Inizialmente volevo menzionarlo nel blog,poi ho pensato che non fosse necessario,ma con te non si sa mai,potresti trovarti con un po' di foglie di taro in borsetta.
Chiaramente lo sai gia',ma per foglie di taro intendo dire rigorosamente cotte,dato che nel loro stato naturale sono tossiche.
xxx,:)

@ Andrea Libertella:ciao e benvenuto,qui c'e' sempre un posto a tavola! Ma ora passo a curiosare da te...

@ Muscaria:dearest!La connessione Olanda-Indonesia e' ,in effetti,fondamentale.Non l'ho menzionata nel post,perche' sapevo che l'avrei finita con una delle mie solite barbe.....
Riguardo al problema della"location",ti dico che mi sono sentita piuttosto intimidita mentre armeggiavo con una pancia di maiale (as you do) nei pressi della moschea di Finsbury Park.
Ma questa e' un'altra storia....
xxx,hogs

Le pellegrine Artusi said...

Una bellissima ricetta, di grande impatto visivo e sicuramente con un gusto molto esotico. I tuoi post sono una vera goduria da leggere, bacioni

Onde99 said...

Spiegami le origini del tuo sogno a base di pance di maiale, perché, veramente, un piatto così delicato, non merita cotanta preversione!!!

Fico e Uva said...

E' bellissimo dare lustro ed una ricetta tutta speciale alla carota.. lei che umile se ne sta in tutti i frigoriferi , umile in attesa di essere coadiuvante è finalmente la protagonista!! Grazie Edith!!

B. e M. said...

Ciao! Fantastica ricettina! Io e la mia collaboratrice vorremmo invitarti personalmente a NASO DA TARTUFO’s KITCHEN, la nostra nuova iniziativa! Partecipa alla sfida!! Più si è più si vince…e si vince tanto! vieni a leggere sul nostro blog http://www.nasodatartufo.blogspot.com come partecipare! ti aspettiamo!

Edith Pilaff said...

@ Le pellegrine Artusi:ciao,siete sempre gentilissime.Passero' presto da voi,con una richiestina....
Un abbraccio!

@ Onde99:e' stata la primissima cosa che mi e' venuta in mente!Sara' che in Inghilterra,dove c'e' maiale arrosto,c'e' carota....
A presto,un bacione.

@ Fico ed Uva:grazie a voi!E' verissimo,a volte diamo certe delizie proprio per scontate!
:)

@ B. e M.:ciao,benvenute e grazie della segnalazione.Sono gia' passata a dare un'occhiata da voi:i pulcini di pasta frolla sono una chicca! :)

Muscaria said...

Vai di barbe, che io le adoro le tue :-DDDD
Pancia di maiale nella wrong location?
I adore you :-DDDDD
Io e te, non solo prima o poi dovremmo vederci, ma dovremmo anche aprire una di quelle attività nel cuore di Londra che potrebbe stendere a terra i migliori benpensanti :-DDDD

xxxbellypig!