TESTI E FOTOGRAFIE SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTRICE. IL LORO USO E' CONCESSO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE.IL MIO BLOG NON RITIRA E NON ASSEGNA PREMI.GRAZIE :)

Wednesday, 14 July 2010

ZUCCA VIOLINO IN AGRODOLCE

 
La zucca violino (Cucurbita Moschata),detta anche zucca popone o zucca argentina,e' la zucca che preferisco in assoluto.Ha una polpa molto soda e dolce,e' straordinariamente versatile (un'altra ricettina la trovate qui) ,e,se tenuta lontana dalla luce diretta e dall'umidita',si mantiene per diversi mesi.I suoi semi,come quelli di tutte le zucche,hanno proprieta' vermifughe (distaccano i parassiti dalle pareti intestinali) ed hanno una spiccata azione protettiva della prostata (impediscono che che il testosterone venga trasformato in diidrotestosterone).Forse non sono cose che dovrebbero essere menzionate in un blog di cucina,per cui,come direbbero gli inglesi,let's move swiftly on......
Ho il sospetto che ,date le ultime ricette,dovrei ri-intitolare il blog "Fuori Stagione".
La zucca in agrodolce e' uno sfizio che preparo spesso.E' ottima cosi com'e',ma
e' irresistibile col maiale arrosto.

 
INGREDIENTI
430 gr di cipolle,tagliate a listarelle
600 gr di zucca violino,tagliata a fette non troppo grosse
12 gr di zenzero fresco,a listarelle molto sottili
40 gr di olio d'oliva
30 gr di pinoli,leggermente tostati
35 gr di uvetta
45 gr di zucchero
45 gr di aceto
sale

 

Posted by Picasa


1: portare ad ebollizione un bicchiere d'acqua con 1-2 cucchiaini di zucchero,versare
sull'uvetta e lasciar riposare per qualche oretta.

2: mettere le fette di zucca in una teglia,salare,spennellare con olio d'oliva da
entrambi le parti ed infornare a 200-210 gradi.Girare le fette durante la cottura
di modo che risultino ben dorate da entrambe le parti.

3: nel frattanto,versare l'olio d'oliva in una padella aggiungere le cipolle e
rosolare a fuoco lento,rimestando di tanto in tanto fino a quando le cipolle
saranno quasi caramellate.Aggiungere lo zenzero negli ultimi 5-6 minuti di
cottura.

4: una volta cotta la zucca,adagiare le fette sul piatto in cui verra' servita,
abassare la temperatura del forno a 140 gradi e tostare brevemente i pinoli.

5: A calore medio,sciogliere lo zucchero nell'aceto portandolo ad ebollizione e
versare sulle cipolle.Quindi versare immediatamente le cipolle etc. sulla zucca.

6: scolare l'uvetta e spargerla sulla zucca.Coprire e lasciare riposare per almeno
6-8 ore.Ricoprire con i pinoli prima di servire.
BUON APPETITO!

17 comments:

Federica said...

Non sapevo si chiamasse "violino" ma è decisamente il tipo di zucca che preferisco anch'io; la trovo più dolce e saporita degli altri, almeno di quelli che riesco a trovare qui. Così non l'ho mai preparata, ma amando l'agrodolce potrei dire a occhi chiusi che mi piacerebbe e pure parecchio. Me la segno per la prossima stagione della zucca (per ora vado di verdure estive) ^_^
Baci, buona giornata

Muscaria said...

Velocemente per darti un bacione, non commento la ricetta perché la sola vista del cibo mi fa stare ancora male :-(

acquaviva said...

molto veneziana questa cosina... poi con lo zenzero mi sedurresti a prescindere!

fantasie said...

Qui non l'ho mai vista!!! Però la preparazione è similissima ad una ricetta siciliana che adoro!

APRANZOCONBEA said...

Fuori stagione è una bellissima e ironica idea...che vedrebbe subito molte persone storcere il naso...vabbe'...la zucca l'adoro, in tutte le salse e qui è con una serie di ingredienti, dall'ivetta allo zenzero ai pinoli, che amo moltissimo, presi da soli o in felice compagnia!

Aiuolik said...

Sarà anche fuoristagione, ma così me la trovo già pronta nel caso in cui, anche qui, dovessi trovare una zucca violino da qualche parte!

( parentesiculinaria ) said...

Buona!
Adoro l'agrodolce cipolloso... yuhmmm...

viola said...

Questo piatto meraviglioso lo faccio anch'io che sono veneta e da noi si chiama zucca in saor.
Però non l'ho mai provato con lo zenzero. La prossima volta lo provo senz'altro!
Piatto meraviglioso
Complimenti davvero
Baci

viola said...

Questa ricetta da buona veneta la faccio anch'io. Da noi si chiama zucca in saor...e si possono fare anche le sarde fritte e altre cose.
E' un piatto meraviglioso!
La prossima volta

madama bavareisa said...

yumm! qui tempo un mese o poco più e si ricomincia con la zucca...questa ricetta capita a fagiuolo.... zucca e cipolla... (se vedi l'immagine che ho messo a destra intuisci... ;-) ) faremo grandi scambi, mi sa!!

Fico e Uva said...

E pensare che io questa zucca non l'ho mai assaggiata!! Aspetterò ansiosa di trovarla al mercato!
Baci

Onde99 said...

Beh, sarà fuori stagione, ma, per un'amante dell'autunno come me, vedere una ricetta a base di zucca è euforizzante!

Nanninanni said...

Io ho la fortuna che mio padre queste ed altre zucche le coltiva nel suo orto... però fino ad ora non ci arrivano, purtroppo finiscono prima :-(
Ho letto con interesse anche il tuo post sulle madeleines inglesi che non conoscevo.
Ciao!

°.°.Panpepato senza pepe.°.° said...

che buoni!!! simpatico il nome della zucca, sicuramente buonissima!!! complimenti!

Edith Pilaff said...

@ Federica: ciao e grazie! Si, anche secondo me e' la zucca piu' dolce e piu' affidabile.E' un peccato che in Italia non mi sembra faccia tante apparizioni dai verdurai o nei supermercati..
Un bacione!

@ Muscaria: Uela',spero vada meglio,the world of bloggers needs you! :)

@ acquaviva: in effetti e' come un saor con lo zenzero,fa decisamente pensare al Veneto.A presto!

@ fantasie: ti riferisci al famoso "fegato ai sette cannoli,che adoro anch'io? Baci!

@ APRONZOCONBEA: OMG,mi son resa conto che non passo da te da una vita,rimedio subito!! Allora "Fuori Stagione" e' aggiudicato.... Un abbraccio!

@ Aiuolik: Ciaooo,pensa che avrei voluto chiedere aiuto a te agli altri blog "sardi",perche' in Sardegna (e probabilmente anche altrove) queste zucche venivano usate per fare dei simpaticissimi fiaschi/bottiglie che pastori e non si portavano in giro.Mi piacerebbe trovare delle foto (tali "bottiglie" avevano spesso dei bellissimi intagli) ed aggiornare il post! Superbacio. :)

@(parentesiculinaria):
anch'io vado pazza per l'agrodolce (e le cipolle).Una delle mie passioni assolute sono le animelle in agrodolce,meglio di George Clooney! A presto!

@ viola:
si,come dicevo in un altro commento e' in effetti un saor col twist...Una curiosita':fai anche i fagioli cosi?Nel libro di Cipriani vengono menzionati i fagioli in saor e mi hanno incuriosito molto..
Tanti bacioni!

@ madama bavareisa:
ciao!Anch'io penso ci saranno vari scambi.Appena di ritorno a Londra penso mi cimentero' con la tartra'
(spero di non suscitare un putiferio qua,ma la panna a Londra e' decisamente superiore a quella che si trova in Sardegna) e vorrei anche provare quei magnifici savoiardi che hai fatto di recente.
Insomma,work,work,work!
Un salutone e a presto.:)

@ Fico e Uva: ciao,grazie della visita.La zucca e' raccomandata!
Bacioni!

@ Onde99:
purtroppo mi capita spesso, nel bel mezzo di una determinata stagione, di desiderare qualcosa che una stagione a venire offrira'.
Spero proprio di non mettermi a fare charlotte di fragole quest'ottobre....Baci!

@ Nanninanni: ciao,seguo il tuo blog con tanto interesse,mi piacciono in particolare tutti i dolcini francesi che hai fatto recentemente.Sono contenta che le madeleines inglesi abbiamo suscitato' un po' di curiosita',io le preferisco a quelle classiche.
Un salutone :)

@ Panpepato senza pepe:
Ciao e grazie per la visita! Ti ricordo che sono tua madrina,il primo commento in assoluto nel tuo blog (anche se l'hai involontariamente cancellato) e' stato il mio!
Tanti baci e a presto!

speedy70 said...

Quanto mi piace la zucca, sia dolce che salata! Così proprio mi mancava. . . prendo nota, che giusto ieri ne ho comprata una. Grazie cara della ricetta e buona domenica!!!

Edith Pilaff said...

@speedy70:
anche a me piace la zucca dolce (pumpkin pie,gnam!).
Buona domenica a te,un bacio.