TESTI E FOTOGRAFIE SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTRICE. IL LORO USO E' CONCESSO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE.IL MIO BLOG NON RITIRA E NON ASSEGNA PREMI.GRAZIE :)

Monday, 9 August 2010

SAS GALLETTINAS

 


Ovvero una ricetta semplice e veloce per continuare agosto senza affanni eccessivi.
Le gallettinas sono,insieme alle pabassinas,i biscotti di Fonni,i pistoccus di Serrenti e gli amaretti di Oristano,i biscotti piu' diffusi nell'isola.Sono dei biscotti sobri,dal sapore di altri tempi e sono ottimi "pucciati" nel latte mattutino.
Purtroppo,come implicato dal post precedente,non esiste tanta testimonianza scritta sulla cucina sarda.Il tramandare di madre in figlia ha prevalso sulla parola scritta ed e' piuttosto difficile risalire ad informazioni precise sulle gallettinas.
Ciononostante,durante il mio soggiorno in Sardegna,sono riuscita ad interrogare zie,nonne e lontani parenti,alcuni di essi decisamente incuriositi dalle mie domande.
Quasi tutti gli intervistati hanno parlato di ammoniaca,il che renderebbe la mia ricetta non proprio tradizionale,e diverse persone hanno menzionato una variante con
lo zafferano (che trovo piuttosto allettante e che vorrei provare quanto prima).
Ma bando alle ciance ed ecco la ricetta:
INGREDIENTI
500 gr. di farina
210 gr. di zucchero + extra per ricoprire i biscotti
150 gr. di strutto
3 uova
1 bustina di vanillina
8 gr di lievito chimico
la buccia gratuggiata di 1-2 limoni
______________________________________

1: montare le uova con lo zucchero e lo strutto

2: aggiungere la farina,la vanillina,il lievito chimico e la buccia di limone.
Lasciar riposare la pasta in frigo per un'oretta.

3: stendere la pasta ad uno spessore di circa 1/2 cm. e tagliare col coppapasta
preferito

 


4: "spolverare" i biscotti con dello zucchero semolato,bagnarsi le dita in una
ciotola d'acqua e sgocciolarle sulla superficie dei biscotti.

5: infornare per 10-12 minuti a 160-170 gradi.Una volta cotti,lasciare raffreddare
su una gratella prima di riporre in un conteninitore a chiusura ermetica ,dove si
manterranno benissimo per diversi giorni.

 


NOTE. Con queste quantita' si ottengono circa 60 biscotti.In diverse famiglie i
biscotti vengono spennellati con del liquore o con dell' albume prima di
essere cosparsi di zucchero.C'e' chi suggerisce che il riscaldare lo strutto
con la buccia del limone dia un aroma migliore ai biscotti,io li ho trovati
ottimi comunque.

 
Posted by Picasa

BUON APPETITO !

22 comments:

viola said...

biscottini nuovi per me, originali....Da appassionata quale sono ( di biscotti!) mi piacerebbe provarli.....
Sembrano ottimi.
E poi le ricette tramandate mi piacciono tanto....
Grazie per la ricetta....
Un abbraccio e a presto

terry said...

Mooolto interessanti questi biscottini sardi... ste ricettine locali e di tradizione, tramandate son proprio preziose!!!
da provare...e son curiosa per quelli allo zafferano...attendo :)
bacioni!!!

Federica said...

Iniziare la mattina con questi cuoricini tuffati nel caffellatte mette subito di buonumore! sarei davvero curiosa di provare la ricetta con lo zafferano, è una spezia che adoro e conferisce ai dolci un gusto molto particolare. fatti con l'ammoniaca al posto del lievito credo risultino più inzupposi.
Un bacio, buona giornata

acquaviva said...

me le proverei tutte le varianti, dallo zafferano allo strutto con limone al liquore colato sopra... Che forma hanno quelli della tradizione classica?

Federica said...

wow che belli!!li segno!complimenti!

arabafelice said...

Ricettina preziosissima!!! Grazie!!!
Ma lo sai che l'ultimo weekend di ferie l'ho passato ad Alghero, ospite di alcuni amici? Non dirmi che eri da quelle parti ed io non lo sapevo...

La cucina sarda è favolosa, ma la pasticceria in particolare andrebbe protetta dall'UNESCO come patrimonio dell'umanità, non trovi?

( parentesiculinaria ) said...

Grazie per questa che non è solo una ricetta, ma una goccia di sapienza :)
Il pane che tu chiami "pillonca" nasce già malleabile?

I Viaggi del Goloso said...

Ma che delizia,che golosi cuoricini.... e che bel blog !!! Ti abbiamo scoperto per caso, ma ritorneremo ancora ....

Ciao a presto e complimenti ...

chamki said...

Ma che bellini che sono, certo che con lo strutto vengono molto particolari, gia' immagino il gusto d'antico ma ahime' dove lo prendo lo strutto? Quando ero in Italia ogni tanto lo usavo. Un bacione.

fantasie said...

Perché pensi che l'ammniaca non faccia partr della tradizione???? Anche qui si fano tanti biscotti tradizionali usando l'ammoniaca

Lucia said...

Mi fanno impazzire queste ricettine di dolci tradizionali tramandate di madre in figlia... Bellissimo post, complimenti! :-)

APRANZOCONBEA said...

io adoro i biscotti così semplici che te ne mangeresti una scatola intera!!!

Fico e Uva said...

Bellissimi alla vista... li immagino al mattino tuffati nel latte... wow che delizia!

Ilaria said...

Ciao, sono i miei biscotti preferiti, e si noi usiamo l'ammoniaca, li rende molto piu` fraganti rispetto al solo lievito chimico, provali!
A presto,
Ilaria

À LA GRAHAM said...

Your cookies look divine! I want to eat them all! :)

mariacristina said...

Te li copio subito, i miei figli ne andranno matti, bravissima.

Edith Pilaff said...

@ viola:ciao,se hai una passione per i biscotti ti piaceranno!
Un bacione e a presto!

@ terry:tentero' al piu' presto di provare quelli allo zafferano.Anch'io adoro (tra le altre cose) le ricette tradixzionali...
Un bacio!

@ Federica: confermo che col caffellatte mettono di buonumore!
Ti straquoto riguardo allo zafferano,le pardule sono meravigliose!
Un abbraccio!

@ aquaviva :sai che noi due ci facciamo sempre le stesse domande?
Ho cercato,invano,di capire quale sia la forma piu' tradizionale delle gallettinas,ma le ho viste di cosi tante forme diverse...
Nessuno delle persone a cui ho chiesto ha saputo darmi una risposta e non ho trovato niente sui libri.Pensa che si dice (la cosa non e' sostanziata) che i mostaccioli di Oristano debbano la loro forma alla Dea Mater!
Bacioni!

@ Federica: ciao e grazie.Non ho certo bisogno di dirti che sono ottimi col gelato...
Kisses!

@ arabafelice:ciao,sai che non sono mai stata ad Alghero? Lo so,e' una vergogna..
La pasticceria sarda e tutta quella italiana andrebbe protetta!
Per qualche ragione la cucina italiana e' apprezzatissima all'estero,ad eccezione della pasticceria e la cosa mi fa diventare matta!!!
Hugs n' kisses. :)

@ (parentesiculinaria): grazie di cuore! La goccia di sapienza non e' mia,chiaramente ringrazio la bisnonna!
P.S. Mi sembra di aver gia' risposto nel tuo blog,comunque si,la pillonca nasce malleabile.
A presto!

Paola said...

a volte il passaparola di una ricetta da una generazione all'altra la rende ugualmente speciale e "coccolosa" come la tradizionale. Spesso mi capita di mangiare piatti tradizionali per come andrebbero fatti (pastiera coi canditi, pasta e patate con sedano e cipolla, ecc...) ma le piccole modifiche che hanno subito nella cucina di mia madre le hanno rese ancora pi sepciali di quello che già sono ;)

SUNFLOWERS8 said...

Tanti motivi per provare questi biscotti, uno fra tutti sono sardi come il mio babbo! Le tradizioni vanno tramandate, brava.
Sonia

Edith Pilaff said...

@ I Viaggi del Goloso:ciao e benvenuti!Sono stata da voi,contraccambio i complimenti!
A presto,spero...

@ chamki:ciao,pensa che anche a Londra ho difficolta' a trovare lo strutto....Si potrebbe provare col ghee!Un bacio.

@ fantasie: in realta' penso il contrario,e cioe' che la versione con l'ammoniaca sia quella tradizionale.Tra l'altro le gallettinas ricordano un po' i mitici algerini palermitani e se non sbaglio anch'essi son fatti con l'ammoniaca.
Bacioni!

@ Lucia:ciao,sono contenta che tu abbia gradito!Per le feste,questi biscotti si facevano in enormi quantita' e tutta la famiglia partecipava!
A presto...

@ APRANZOCONBEA:non sei la sola!!
Tanti baci,xxx.

@ Fico e Uva: ciao,anch'io li tuffo nel latte,ma nei momenti di crisi,di fronte alla tv.....

@ Ilaria: ciao,grazie della visita,li provero' senz'altro anche con l'ammoniaca!
Hugs!

@ A La Graham:Hi there,glad you like them! I don't know if you understand italian or how well the google translator works,but if you need any info/translation just give me a shout..
Take care,xxx.

@ mariacristina:ciao e grazie della visita.Non ho ancora incontrato un bambino a cui non piacciano...
A presto!

@ Paola: bentornata!Sono d'accordo,a volte col "passaparola" si perde la ricetta originale,ma non e' detto che le ricette peggiorino!

@: SUNFLOWERS8:Ciao e benvenuta!
Provali,quando puoi,sono buoni e facilissimi..
A presto!

dario said...

che buoniiiii!!!!
è proprio l'ora giusta per assangiarne qualcuno!!!!
bravissima

ciaoooooo

Anonymous said...

J'ai appris des choses interessantes grace a vous, et vous m'avez aide a resoudre un probleme, merci.

- Daniel