TESTI E FOTOGRAFIE SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTRICE. IL LORO USO E' CONCESSO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE.IL MIO BLOG NON RITIRA E NON ASSEGNA PREMI.GRAZIE :)

Monday, 14 June 2010

LANCASHIRE NUTS

 

 

 
Posted by Picasa


E' facile trovare in rete le video clips di Jamie Oliver che se la vede con bambini
delle scuole elementari incapaci di riconoscere un pomodoro od una patata.Fortunatamente il modello alimentare e quello familiare sono diversi in Italia,ma cio' non toglie che i bambini dovrebbero essere coinvolti nelle nostre cucine.Adorano imparare cose nuove e fare pasticci in cucina,e diciamocelo,insieme ad un po'di baraonda,portano una ventata di allegria nelle nostre cucine.Con questa
ricetta partecipo alla bellissima iniziativa di Pan di Panna e della Cucina di Albertone a favore dell'associazione Cometa A.S.M.M.E.
Due paroline sulla ricetta:il Lancashire ha un ruolo decisamente prominente nella
gastronomia britannica.Nonostante cio' sia contestato con veemenza dai londinese,il fish and chips e' probabilmente originario del Lancashire,cosi come le mitiche Eccles cakes(le piu' buone a Londra le trovate qui) e la Lancashire hotpot.
Nonostante il loro nome,le Lancashire nuts non contengono noci di nessun tipo,la granella di nocciole e' una mia aggiunta.I biscotti sono buonissimi anche senza.
Ingredienti:
110 gr. di burro a temperatura ambiente
105 gr di zucchero
1 uovo
105 gr di farina
1/2 cucchiaino di lievito chimico
un pizzichino di sale
110 gr di amido di mais.
Per il ripieno:
50-55 gr di burro a temperatura ambiente
110 gr di zucchero al velo
1 cucchiaio circa di acqua o latte caldo
granella di nocciole tostate (optional)
__________________________________________
1:montare burro e zucchero.Aggiungere sale ed uovo ed amalgamare per bene.

2:aggiungere la farina,il lievito chimico e l'amido di mais e mischiare fino ad
ottenere una palla.

3:fare delle pallottoline di 8-9 gr. e disporre sulle teglie foderate con carta da
forno.Infornare a 175-180 gradi fino a quando i biscotti avranno assunto una
leggera doratura.

4:mentre i biscotti cuociono,amalgamare con un cucchiaio di legno il burro,lo
zucchero ed il latte/acqua del ripieno.Se necessario mettetelo in frigo per 10
minuti.

5:Una volta sfreddati i biscotti procedere a spalmare il ripieno con un cucchiaino
od una spatolina,posare sul ripieno la granella di nocciole e formare i
"sandwiches".Spolverare con zucchero al velo e servire.
Note.Con queste quantita' si otterranno 25-26 nuts.I biscotti(senza il ripieno)si
mantengono perfettamente per diversi giorni in una scatola di latta.
BUON APPETITO!

12 comments:

Mara said...

hai detto una cosa verissima!!!
Questa ricetta è una coccola per tutto. Grazie per il tuo prezioso contributo.
Baci
Mara

Danea said...

Mamma mia, questi biscotti sono davvero sublimi, copio subito la ricetta!!
Baci.

Federica said...

wwo sono irresistibili!!!ciao!

arabafelice said...

Conosco questi biscotti, ma non li ho mai fatti...è ora di recuperare!!!

Muscaria said...

Buoni buoniiii!
Ho tutta una mia teoria sul nome... voglio dire, lancashire nuts è un nome che parla da solo :-DDD

Paola said...

ogni volta che vengo nel tuo blog scopro un pò della cucina inglese. Non avrei mai immaginato di trovarci leccornie simili. :)

madama bavareisa said...

biscotti segnati in lista di attesa (con le nocciole, ebbene sì!)..
hanno un aspetto delizioso!!

Gunther said...

jamie oliver è una garanzia, la ricetta mi piace molto,complimenti per la realizzazione

Aiuolik said...

Io, vista la granella, ho pensato "ecco perché si chiamano così" e invece no :-)

Ciaoooo!

paolo said...

molto carino il tuo blog...oltre alla ricetta info culturali
brava ti seguirò

acquaviva said...

ci vado domani a Londra ed avevo anche programmato una tappa da St. John per il mitico piatto di midollo, ma il resto della truppa non gradisce. Pazienza, li trascinerò da F. Cooke per un pie and mash (senza magari spiegare tutti i dettagli del ripieno...). Si capisce che sono meno golosa di dolci e più di altro?! Però leggo lo stesso con immenso piacere tutte le tue ricette...

Edith Pilaff said...

@ Mara: grazie a te,sei molto gentile.A presto!

@ Danea:ciao,sono contenta che ti piacciano!Bacioni.

@ Federica: grazie,sono buoni anche col....gelato!Buona giornata

@ arabafelice: ciao!io ho "recuperato" quest'inverno!Un abbraccio!

@ Muscaria:LOL!Ma c'e' di peggio....ginger nuts!!! Ciao

@ Paola: allora mantieniti sintonizzata,ci saranno altre sorpresine! A presto!

@ madama bavareisa:sapessi quanto ho cercato le gentili delle Langhe dalle mie parti....introvabili!
Un bacione!

@ Gunther: ammiro molto cio' che Jamie Oliver sta tentando di fare nelle scuole,abbiamo bisogno di altri personaggi come lui.Ciao!

@ Aiuolik: in effetti e' un po' fuorviante,gli inglesi hanno l'abitudine di chiamare certi biscotti (ed anche altre cose!)nuts....Ciaoooo

@ paolo:ciao e benvenuto da queste parti!Sei un cuoco? A presto!

@ acquaviva:ciao,beh,per ogni "foodie" che si rispetti una tappa a St John e' d'obbligo,ed il midollo rimane il loro "signature dish".Durante la mia ultima visita
i chitterlings(intestini) erano buonissimi,cosi come i cuoricini d'anatra.Ottima anche l'anguilla affumicata col bacon ed il puree'.
I dessert rimangono il loro punto debole e difatti ho dovuto mandarlo indietro.Adoro le eel pies,sono molto simili alla panade sarde!!Divertiti e fammi sapere!
Un salutone.