TESTI E FOTOGRAFIE SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTRICE. IL LORO USO E' CONCESSO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE.IL MIO BLOG NON RITIRA E NON ASSEGNA PREMI.GRAZIE :)

Tuesday, 8 January 2013

TAGLIATELLE DI FARINA DI CECI CON POMODORO E FUNGHI


Dopo i bagordi natalizi e degli ottimi bahji,un ritorno alla normalita' e
ad una relativa tranquillita'.
Come tanti,mi riprometto di perdere qualche chilozzo,di mangiare un po'
piu' sano,di salutare i miei vicini di casa e di trasformarmi,pian piano,
in una magnifica donna,meta' Angelina Jolie e meta' Santa Teresa d'Avila.
Un vero piano non l'ho ancora,ma sono sicura che un'improvvisa visione mistica
nelle corsie di Tesco provvedera'a tutto.
Nel frattanto ecco una cosina vagamente sana e vagamente italiana ispirata,
ancora una volta,da qualcosina che avevo letto qui.
Alessandra indica l'importanza della farina di ceci nella cucina italiana e difatti,
eccezion fatta per il sud della Francia,in nessuna altra nazione europea la farina di ceci ha un ruolo cosi prominente.
Per trovare un simile fervore verso questo ingrediente bisogna arrivare fino
all'India,dove,nonostante le apparenze,ci sono alcune similitudini con la cucina
italiana.
Per chi ha interesse a queste cose,menziono (sottovoce,in realta' detesto le "diete"
e similaria,e libri intitolati "Delicious Low-Fat Desserts dovrebbero essere incendiati)che la farina di ceci abbassa notevolmente l'indice glicemico della preparazioni,poiche' il suo GI e' considerevolmente piu' basso della farina di
grano.
Da un punto di vista pratico ho trovato la pasta incredibilmente facile da stendere
(ho fatto la sfoglia a mano),
probabilmente per il basso contenuto di glutine.
Ma bando alle ciance ed ecco la non ricetta.




INGREDIENTI
PER LA PASTA:
2 uova
75 gr di farina
165 gr di farina di ceci
3-4 gr di sale

PER LA SALSA:
55 gr di cipolla tritata finemente
un'idea di peperoncino fresco tritato
1 barattolo da 400 gr, di pomodori pelati
30-40 gr di olio d'oliva extra vergine
2-3 cucchiai d'acqua
130 gr di champignons,tagliati a fettine sottili
sale
---------------------------------------------------

1: mettere gli champignons in una teglia unta con olio d'oliva extra vergine,
massaggiare gentilmente i funghi in modo che l'olio si distribuisca
uniformemente,salare ed infornare a 180-190 gradi,rimestando di tanto in
tanto.Cuocere fino a quando il colore dei funghi comincera' a preoccupare
e la maggior parte dei funghi sara' croccante.

2: preparare la pasta con la solita fontana e tirare la sfoglia a mano o con la
nonna papera.Dividere la sfoglia in rettangoli di simili dimensioni,arrotolare
la sfoglia su se stessa ed ,con un coltello affilato,tagliare le tagliatelle.

3: soffriggere la cipolla nell'olio d'oliva fino a quando si sara' imbiondita.
Aggiungere il peperoncino e continuare a soffriggere per un minutino.
Aggiungere pomodori,acqua ed un pizzico di sale e cuocere fino a quando
la salsa si sara' addensata e l'olio si sara' separato dal pomodoro.

4: cuocere la pasta in acqua salata(la cottura sara' brevissima),scolare e
condire con la salsa,aggiungendo i funghi per ultimi in modo che non
perdano la loro croccantezza.
Voila',l'avevo detto che si trattava di una non ricetta.

Note. Per chiunque non voglia accendere il forno,i funghi si possono
tranquillamente cuocere in pentola,aggiungendoli alla cipolla
durante il soffritto.Il risultato sara' diverso,e secondo me
inferiore,ma comunque buono.La cottura dei funghi (al forno)
tagliati cosi sottilmente richiede attenzione,poiche' passano dal
"non abbastanza croccanti" al "irrimediabilmente bruciati" in
un lasso di tempo molto breve. Meta' di queste tagliatelle,
spezzetate,sono finite in un ottimo minestrone.Presumo che la quantita'
di salsa preparata non sarebbe stata abbastanza per tutte le tagliatelle.

BUON APPETITO!

20 comments:

Federica said...

Che spettacolo le tue tagliatelle :) Mi paice moltissimo la farina di ceci. Rustiche, sane e molto gustose. Tanti auguri di buon anno, bacioni

fantasie said...

Ok, io aspetto il miracolo, ma non credo che possa farmi mai arrivare a certe vette! ;)
La farina di ceci l'adoro, la uso per varie cose e ho fatto anche io della pasta... Solo che io ho usato solo la farina di ceci e quindi non è stato così facile stenderla... il glutine infatti aiuta l'elasticità :/

Simona Roncaletti said...

Prendo nota!!:) solo una domanda...sono completamente inesperta sulla pasta fresca, con queste dosi quanta pasta viene? Per quante persone?
Grazie cara! Un bacione!!!

grEAT said...

vero; per esempio in grecia la farina di ceci non è per niente diffusa. forse ora qualcuno la usama veramente raramente la si incontra. io l'ho conosciuta qui.
ultimamente faccio spesso delle tagliatelle con delle farine diverse, con quella di ceci non ho mai provato e appena riesco (causa un taglio profondo in un dito) a impugnare un mattarello ci provo.

irene

Edith Pilaff said...

@ Federica:ciao,erano proprio gustose ed ho notato che anche i bambini le hanno mangiate volentieri!
Un bacione, :)

@ fantasie:grazie del commento,io mi chiedevo proprio se fosse possibile farle solo con la farina di ceci!
Un abbraccio.

@ Simona: ciao,sono assolutamente facilissime e si stendono con estrema facilita'.Per quanto riguarda le quantita' e' difficile dare una risposta,perche' ne ho usato solo una parte.3 persone?

@ grEAT: ciao Irene,in Sardegna,dove c'e' una certa influenza ligure,la usiamo per focacce etc.Pensa che in India ci fanno anche un dolce (un po' stucchevole a dire il vero),una specie di Halva..
Un bacione.

Ilaria said...

Queste tagliatelle mi fanno venire l'acquolina in bocca e le voglio provare anch'io perché nn ho mai usato la farina di ceci!!!
Grazie di questa ricettina invitante

Patalice said...

mamma mia...
si sente un buon profumo appetitoso fin qui

Alessandra Gennaro said...

tu sei un genio.
per il resto, dimmi che non ci hanno separate alla nascita: ma la Tesco, Santa Teresa e l'odio per la cucina dietetica son così impressi nel mio DNA che sta a vedere che ho una gemella più giovane :-) e non lo sapevo!!!
buon anno!!!

CorradoT said...

Mi piacciono, mi piacciono!!!
Complimenti!
Provero' la farina di ceci quanto prima.
Ma il massimo sono gli champignons, cotti fino a "preoccupare": sei grande!!!

Francesca in the kitchen said...

Che buone!! Abbasso la dieta :-)!

La cucina di Esme said...

Favolose queste tagliatelle...che profumino!
Baci
Alice

Edith Pilaff said...

@ Ilaria:provale,sono veramente gustose..Un bacione!

@ Patalice: ciao,piacere di conoscerti,ora passo da te a curiosare... :)

@ Alessandra Gennaro: genio? piu' giovane? Ormai sei talmente stanca che lasci i commenti nel blog sbagliato! Per quando riguarda diete/desserts con 3 calorie,quando,una ventina di anni fa usci Butter Busters negli USA e divenne un clamoroso bestseller,un signore che io ADORO disse che il vero titolo del libro sarebbe dovuto essere "How to shop for and throw together the trashiest food on your supermarket shelves into a low-fat,low sodium and low sugar imitation of high fat junk food".
Un bel titolo,vero? :)
Un bacione!

@ CorradoT: ciao,tu sei piuttosto creativo,con la farina di ceci faresti meraviglie! Aspetto ricette!
Un salutone.

@ Francesca in the kitchen: abbasso la dieta! Vado a farmi un panino e foie gras..
Un bacio.

@ La cucina di Esme: ciao Alice,la prossima volta vorrei sperimentare col grano saraceno,un po' stile"pizzocheri",anche se ho il sospetto che questi ultimi non contengano uovo...
Un bacione e a presto!

Inco said...

Delle tagliatelle deliziose, per un pranzo meraviglioso e raffinato.
Buonissimo anche il condimento! :D
Buon fine settimana,
Incoronata.

Ely Valsecchi said...

Eh brava qualche kilozzo diciamo un be po ma non angustiamoci e mettiamoci in linea :-)))) Un piatto completo giusto? E goloso! Un bacione

Patty said...

Ciao Edith, passo di corsa perché sono alle prese con il mio pranzo di compleanno...bollito e salse varie! Ma ti ringrazio per gli auguri e i ricciarelli si cuociono immediatamente. E' l'impasto che deve riposare qualche ora. Fammi sapere com'e ti vengono. Sono certa che le crepine verranno anche ai tuoi! Un bacione grandissimo, Pat

Cristiana Valeria said...

Eccomi! A parte la ricetta che mi incuriosisce non poco, vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda...buona serata! Baci cri

Edith Pilaff said...

@ Inco: ciao e grazie,sei molto gentile. Un salutone!

@ Ely Valsecchi:Esatto,qualche chilozzo in meno ma senza stress,angustie e drastiche rinunce! Si puo' fare! Un bacio.

@ Patty:ciaooo,ti ho risposto nel tuo blog,dovro' migliorare la mia tecnica,ma il sapore e' imbattibile! A presto...

@ Cristiana Valeria: grazie di esser passate da queste parti.Baci anche a voi e sicuramente a presto! :)

AdriBarr said...

Ma, che buona ricetta, molto appetitosa. Non ho mai fatto la pasta di la farina di ceci. Voglio povarlo! Complimenti!

Chiara Giglio said...

sei sempre originala cara,se trovo la farina ci provo anche io ! Buona domenica sera, un bacione...

la belle auberge said...

Che bella idea, Edith.
In questo periodo sto utilizzando spesso farine senza glutine, con risultati a volte soddisfacenti, a volte pessimi, specie per quanto riguarda il pane. Mi segno le tue proporzioni per fare queste tagliatelle che immagino di ottimo sapore.
Un abbraccio