TESTI E FOTOGRAFIE SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTRICE. IL LORO USO E' CONCESSO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE.IL MIO BLOG NON RITIRA E NON ASSEGNA PREMI.GRAZIE :)

Thursday, 28 March 2013

KACAMAK

La ricetta di oggi potrebbe sembrare un po' fuori stagione,ma vi assicuro che ,con le temperature
che oscillano intorno allo zero,e' cio' che mi ha riappacificato col mondo.
Si tratta di una specialita' presente in Bosnia,Bulgaria,Albania ,Serbia e Turchia.Esiste anche in Macedonia dove e' nota con il
nome di Bakrdan.La versione che segue viene da Kastamonu ,in Turchia,ed e' tratta da un gioiellino di libro: The Home Book of Turkish Cookery di Venice Lamb.
E' un libro scritto nel 1969,quando ancora I "food trends" non esistevano ne' l'intento principale di questo tipo di libri era di vendere il maggior numero possibile di copie,ed e' una testimonianza onesta ed
autentica di una cucina di cui si parla poco.Per chi e' "malata di cibo",e' un must.La ricetta,oltre ad essere semplicissima,e' anche straordinariamente vicina al palato italiano,dato che si tratta,alla fin fine,di una polenta con una sorta di "ragu' peperonato"Mi sono concessa la liberta' di sostituire il burro con dell'olio extra vergine d'oliva,ed i peperoni verdi con quelli rossi,dato che io ed i peperoni verdi abbiamo una relazione piuttosto tempestosa.Infine,abbandonando ogni cautela,ho aggiunto un cucchiaio di prezzemolo tritato.Senza ulteriori indugi,ecco la ricetta.




INGREDIENTI
Per la polenta:
200 gr. di polenta
650 gr d' acqua
6 gr di sale
-------------------
2 peperoni rossi
300 gr. di macinato di manzo o agnello (io ho usato manzo)
1 barattolo di pelati da 400 grammi
80 gr d'acqua
75 gr di cipolla finemente tritata
25 gr d'olio extra vergine d'oliva + un pochino extra per i peperoni
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale e pepe al mulinello
--------------------------------------

1: spennellare I peperoni con un poco d'olio d'oliva,metterli in teglia ed infornare a 190 gradi,
rigirandoli di tanto in tanto fino a quando la loro pelle apparira' bruciacchiata.
Mettere in un contenitore a chiusura ermetica(o in una pentola col coperchio)e lasciar riposare.

2: nel frattanto,riscaldare l'olio in una padella e soffriggere le cipolle fino a quando saranno
ben appassite.Aggiungere il prezzemolo e continuare a soffriggere per un minutino.

3: aggiungere il macinato ed un pizzico di sale e pepe.Continuare la cottura fino a quando la carne
avra' perso il suo colorito rosa.




4: aggiungere i pomodori passati al mouli e l'acqua.Cuocere a fuoco basso,
col coperchio,per un'oretta e mezza rimestando di tanto in tanto.

5: nel frattempo,spellare i peperoni,eliminare i semi e la placenta,tagliarli a listarelle ed aggiungerli
al ragu' durante gli ultimi 10 minuti di cottura.Spegnere il fornello ed aggiustare di sale e pepe.

6: portare acqua e sale ad ebollizione,cucinare la polenta nella maniera usuale e versarla nel piatto
di portata creando una "fontana" nel mezzo.Riempire la fontana col ragu' e servire immediatamente.

NOTE.Il "ragu'" e' molto buono,ed il giorno dopo e' spettacolare.Ottimo con gli spaghetti.
Esistono tantissime variazioni di questa ricetta.Viene spesso preparata con una salsa di pomodoro e
della feta,o addirittura la polenta viene rimpiazzata col puree' di patate.Sono tutte ricette
vincenti.

BUON APPETITO!


27 comments:

speedy70 said...

Gra Edith di questo meraviglioso piatto che non conoscevo; lo faccio!!!!!!!!!!!!

Simona Roncaletti said...

Che piatto fantastico!!! Di solito non amo il ragù, ma con i peperoni non posso non mangiarlo!!!:)
Un bacione!

Michela said...

Fuori stagione proprio no, visto che fa ancora freddo.
Edith, tutte tu le sai!!!
:))))

Un bacione galattico

cristina b. said...

concordo con michela: il tuo bellissimo piatto è perfettamente in stagione, viste le temperature assai bassine... :(
quel libro mi ispira davvero molto! non so quasi nulla della cucina turca, devo rimediare assolutamente. grazie per il consiglio :)))

Andrea said...

Io in Turchia ci sono stato qualche volta per lavoro (paese bellissimo) ma capitavo sempre nel periodo del Ramadan e si mangiava poco. Ricetta interessante!

Federica said...

Qui non siamo proprio intorno allo zero ma ti assicuro che la sera fa ancora molto piacere un bel piatto caldo e corposo. Insomma, le fresche e leggere insalate avranno ancora di che aspettare. Anch'io ho un rapporto controverso con i peperoni verdi mentre amo particolarmente quelli rossi. Litigo invece con il ragù ma me gusta l'idea vegetariana con il condimento a tutto peperone :) Un bacio e tanti auguri di buona Pasqua

Ketty Valenti said...

Cavoletti fa freddino lì!
è una ricetta davvero gustosa mi piace molto e mi piace vedere anche come tu sia affascinata da questo libro....deve essere pieno di ricette particolarissime.
Ti auguro una Buona e serena S.Pasqua
Z&C

giulia pignatelli said...

e tu com'è che ti ritrovi questo libro?!?!?! Bella ricetta, molto affine ai miei gusti!

Felice Pasqua!

grEAT said...

mi faccio il regalino???? :) dato il mio amore per la cucina turca che ho a più riprese dichiarato, quasi quasi lo ordino.
ci sta ancora cara, ci sta ancora, la primavera non arriva e il piatto è proprio nelle mio corde.
un abbraccio e buonissima pasqua

irene

simona said...

Con queste temperature, un piatto così ci sta proprio a meraviglia! Qui a Roma da ieri abbiamo acceso persino i riscaldamenti.. mai successo a Pasqua! mio marito adora la polenta e io i peperoni... proverò sicuramente.. l'aspetto è divino! un abbraccio grande e buona giornata mia cara:*

La cucina di Esme said...

Tanti cari auguri per una serena e gioiosa Pasqua
un abbraccio
Alice

Edith Pilaff said...

@ speedy70:grazie a te!Fallo,e' un piatto che riscalda il cuore.
Un bacio.

@Simona Roncaletti:I peperoni danno il tocco in piu'!Poi cotti cosi sono digeribilissimi.Un bacione.

@ Michela:ho appena letto le previsioni per la prossima settimana:idem con patate!
Qui ci vuole il brodo di pollo!!
Un bacio a te!

@ cristina b. : si, le temperature sono attanaglianti.Io sogno granite...Il libro e' una meraviglia,postero' altre ricette..
Un bacione

@ Andrea: ho visto ragazzi lavorare nelle cucine (circa 28-30 gradi) senza mangiare o bere per tutto il giorno e mi sono chiesta come facciano! Un abbraccio.

@ Federica: auguroni a te! si una bella peperonata ci starebbe benissimo.. A presto!

@ Ketty Valenti: ciao,non sai quanto hai ragione! Il libro include una ricetta per polpette di carne d'agnello cruda,uno stufatino di zampette d'agnello ed un'intrigante specialita' chiamata ombelichi delle signore!
Buona Pasqua!

@ giulia pignatelli: il libro venne consigliato da Richard Olney,un genio indiscusso.Quando ho visto il libro in una trasandata bancarella in un mercatino,mi e' saltato il cuore in gola! Buona Pasqua!

@ great: Irene,la versione con il pomodoro e la feta ha il tuo nome scritto sopra! Ti auguro una bellissima Pasqua.

@ simona: anche qui il riscaldamento impera!E ne avremo almeno per un'altra settimana..
Un abbraccio ed auguroni di Buona Pasqua. :)

@ La cucina di Esme: Alice,ricambio con affetto gli auguri.Un abbraccio e a presto.

Patty said...

Non ti credere che le temperature qui siano migliori. Io sono già pronta a quello che mi aspetta sulla tavola di Pasqua a casa di mia suocera, Molisana, che è già li che ci aspetta e sta preparando da una settimana. Ussignur.
Un fortissimo abbraccio ed un bacione di tutto cuore è doveroso cara Edith. Buona Pasqua di serenità.
Patty

grEAT said...

hai regione. ce lo vedo, si ce lo vedo!!! :)

Ilaria said...

Edith che piatto invitante e poi un ragù con i peperoni mi incuriosisce anche se pure io ho dei conflitti interni .... ;-)
A proposito di temperature qui a Bilbao e' più caldo siamo intorno ai 13 /15 gradi ma si vede che è settimana Santa tempo coperto e soffocante
Auguri di Buona Pasqua
Un bacione

Marina said...

Beh con la pioggia e il freddo di questa sera di sicuro questo piatto è coerente e coi i peperoni rossi anche più bello (e digeribile!) :) Buona Pasqua!

Michela @ COOKALASKA said...

Mmmm... che buona questa ricetta! Non sapevo che il "ragù" fosse tipico anche dell'est europa... comunque sia sembra un piatto squisito!

faustidda said...

che bel piatto! Approvo in pieno l'utilizzo dell'olio e le tue variazioni. Io magari ne farò una in più... non amando la carne lo trasformerò in un piatto totalmente vegetariano. :))
Voglio provare la skordalia con fish and chips!!!
Un abbraccio e auguri :))

Acquolina said...

buonissimo! l'idea dei peperoni è molto stuzzicante non solo con la polenta. Tantissimi auguri di buona Pasqua!

Chiara Giglio said...

nonostante la cucina della mia zona risenta di influssi anche turchi non la conoscevo, mi sembra particolarmente interessante e di certo gustosa ! passa una felice Pasqua cara Edith, ti abbraccio !

@nn@ said...

Ciao Edith! ..causa dieta ho latitato dal tuo blog (e dal mio)

...ed ho fatto bene!:/
Passo di qua a ricambiarti gli auguri e tra questo post "peperonoso" e quello "cipolloso" qua sotto mi ritrovo con un improvviso eccesso di acquolina, che ora finirà in uno stomaco tristemente VUOTO, provocando rimbombi da caverna!;)

...ti perdono ;) BUONA PASQUA!!!

Jessica Neumann said...

Buona Pasqua!!! Baci

http://couturetrend.blogspot.it/

https://www.facebook.com/couturetrend1

Bread and Companatico said...

superpiacerissimo di fare la tua conoscenza! grazie per la visita e spero di vedere presto un tuo lievitato. saluti da un'altra "malata di cibo" :)

Karina Cosm said...

ma che bel blog nuova follower!!!!passa da me ti aspetto!

http://assaggi-incucina.blogspot.it/

Edith Pilaff said...

@ Patty: aspetto un resoconto della tua Pasqua luculliana!
Bacioni.

@ grEAT : Kacamak a la Irene!

@ Ilaria: eh eh,vedo che I conflitti interni sono universali!
A presto. :)

@ Marina:ciao,se continua con questo tempaccio inizio la dieta del brodo di pollo!

@:Michela@Cookalaska : ciao Michela,in effetti,per quanto sia diverso dal nostro ragu',e' un piatto che potrebbe passare per italiano.. Bacioni!

@ faustidda:si ,esistono varie version vegetarian,e mi sembrano tutte piuttosto golose...
Un abbraccio e a presto!

@ Acquolina:si ,proprio buono anche con la pasta!
Baci.

@ Chiara Giglio:un abbraccio a te!
E' vero la tua zona ha delle influenze interessanti,bisognera' proporre qualcosa...

@@nn@: ciao,purtroppo I rimbombi da caverna mi sono familiarissimi!

@Jessica Neumann: grazie. :)

@ Bread and Companatico: ciao,un lievitato dovro' pur farlo!da te mi devo leggere un sacco di cose...

@ Karina Cosm: ciao,grazie tante.Vengo sicuramente a trovarti! :)

La Gaia Celiaca said...

ma se io avessi un ragù traditional fatto ieri sera, ci aggiungessi i peperoni e lo facessi ricuocere una decina di minuti... dici che andrebbe bene?
per me i piatti con la polenta sono irresistibili, li proverei tutti!

Italians Do Eat Better said...

Bella ricetta, deve essere un piatto davvero squisito!