TESTI E FOTOGRAFIE SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTRICE. IL LORO USO E' CONCESSO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE.IL MIO BLOG NON RITIRA E NON ASSEGNA PREMI.GRAZIE :)

Tuesday, 22 February 2011

PARKIN




Qui ho il dubbio onore di presentarvi le foto piu' orripilanti del blog.
Per quanto riguarda i gingerbreads,qualche notiziola la trovate gia' qui e qui.
Tra tutti i gingerbreads,il parkin (a volte e' chiamato anche perkin) e' probabilmente tra i piu' antichi ed ha la particolarita' di essere fatto con l'avena.
A Londra si trova difficilmente poiche' e' una specialita' tipica del nord dell'Inghilterra e della Scozia.
I parkins esistono in due versioni: biscotto e torta.
La torta e' cio' che preferisco e qui propongo tale versione.
In Scozia e' chiamata anche Broonie ed e' una preparazione particolarmente legata al 5
Novembre (Bonfire Night).
Per quanto io non resista mai e ne pappi subito un pezzetto,e' consigliabile,una volta sfreddata,avvolgere la torta nella carta di alluminio ed aspettare tre o quattro giorni prima di consumarla.E' ottima spalmata generosamente con burro ed accompagnata da una tazza di te'.
Ma bando alle ciance...
INGREDIENTI
---------------
150 gr di melassa scura
80 gr di burro
75 gr di zucchero semi grezzo
170 gr difiocchi d'avena
75 gr di farina autolievitante
1 pizzico di sale
1 cucchiaino pienotto di zenzero in polvere
un idea di zenzero fresco,grattugiato
un uovo
un cucchiaio di latte
-------------------------
1:mischiare in una ciotola l'avena,la farina,il sale e lo zenzero.

2:squagliare il burro,lo zucchero e la melassa (evitando di far bollire il tutto) e versarlo velocemente sull'avena,farina, etc.

3:aggiungere l'uovo ed il latte,incorporare per bene e versare in una pirofila leggermente imburrata.Infornare a circa 165 gradi e cuocere fino a quando la prova dello stecchino non vi dara' via libera.

Note.La pirofila usata era di 24 cm x 17 cm.Lo zenzero fresco e' una mia aggiunta,se non piace l'idea di un dolce che si avvicina al piccante,omettetelo(anche se oserei dire che un pezzetto di parkin piccantuccio e tiepido con una palla di gelato di vaniglia e' un pezzetto di paradiso).Ho incluso la foto da paura del barattolo della
melassa,poiche' potrebbe aiutare nello shopping....
Ho il sospetto che Castroni a Roma la venda.Purtroppo il barattolo verde (golden syrup) non e' adatto.

BUON APPETITO!

23 comments:

Le ricette dell'Amore Vero said...

wow sembra squisito questo gingerbread! complimenti!

CorradoT said...

Si, dalla foto sembra un alieno in visita, pero' dev'essere buono, anche se non riesco ad immaginare il sapore. Un po' difficile da riprodurre in Italia. A proposito: usare FARINA di avena, giusto?
Zenzero? la mia passione.....

Federica said...

deve essere delizioso!!lo segno!ciao!

arabafelice said...

Avena in fiocchi o in farina?
A me sembra buonissimo, non mi faccio tanti problemi per il look ;-)

Federica said...

Sarà che solo a sentire “gingerbreads” e zenzero mi si drizzano le antenne ma credo che sia davvero buonissimo questo dolce. E se non trovo la melassa scura può andar bene lo stesso quella chiara? Non è il golden syrup! Baci, grazie

Günther said...

devo averla mangiata in GB una volta, no la foot non gli rende merito è più goloso

mariacristina said...

magari in foto non viene benissimo, ma che sia buono ci credo. Un abbraccio.

Cristina said...

Purtroppo la melassa da me non l'ho mai vista, però tra 1 mese sarò lì a Londra e allora si che la compro.
Brava, le tue ricette sono proprio interessanti.
un bacione

acquaviva said...
This comment has been removed by the author.
acquaviva said...

be', con il doppio zenzero secondo me non si sbaglia mai!
Qui solo melassa chiara. Mi sa che devo aspettare il prossimo giro (e portarmi una valigia mooooolto grande...)

Muscaria said...
This comment has been removed by the author.
Muscaria said...

Stessa domanda di Arabafelice sull'avena: farina o fiocchi?

Doublegingerkisses!!!

Edith Pilaff said...

@ Le ricette dell'Amore Vero:Grazie,tres gentil! A presto...

@ Corrado T:LOL,penso lo chiamero' E.T. Ginger.L'avena e' in fiocchi,appena posso correggo il post!
Un bacio.

@ Federica:con una "fornaia" come te verrebbe da faville! Un abbraccio.

@ arabafelice:santa subito! Come dicevo a Corrado,l'avena e' in fiocchi...A presto,:)

@ Federica:anch'io adoro i gingerbreads.La melassa chiara dovrebbe andar bene,ma i gingerbread "biondi"generalmente hanno solo farina e niente avena.
Un bacio!

@ Gunther: si ,la foto e' fuorviante....Adoro anche quello con l'icing sopra,ma quella e' un'altra storia....
Buona giornata!

@ mariacristina: grazie,sei sempre gentilissima.Un abbraccio grande!

@ Cristina:e' abbastanza economica e si trova in tutti i supermercati.
Per di piu' il barattolo e' graziosissimo. :)

@ acquaviva:sai com'e',magari non e' proprio tradizionale,ma i due tipi di zenzero danno un sapore piu' complesso ed ormai sono assuefatta... A presto!

@ Muscaria:fiocchi,ora vado a correggere...
x,marigolds.

speedy70 said...

Grazie Edith di questa originalissima ricetta, la annoto e la provo, bacioni!!!!!!!

fantasie said...

Non essendo mai stata al nord, non ne avevo mai sentito parlare...ma come sostituire i fiocchi d'avena?

merendasinoira said...

non conoscevo la versione torta, e ti dirò che mi incuriosisce di più dei biscotti... !

Edith Pilaff said...

@ SPEEDY70:Grazie a te,a parte gli ingredienti, e' una ricetta facile e gustosa.

@ Fantasie:buona domanda.Farina di riso?Da provare.....
Un bacione.

@ Merendasinoira:ciao,chiaramente non e' una torta nel senso italiano del termine.E' un po' come i brownies...
A presto.

( parentesiculinaria ) said...

MA dai... un riposo così lungo??
Mi incuriosisce molto...
La consistenza quindi non è morbidissima, giusto?

Edith Pilaff said...

Si,tutti i gingerbread scuri devono osservare un pochino di riposo.La consistenza e' sticky.
Un abbraccio. :)

mariacristina said...

Ciao, ti va di partecipare al mio nuovo contest? E' fatto con la sponsorizzazione della Rigoni, c'è un bellissimo premio in palio. Un saluto Mariacristina

Federica De Prezzo said...

Ciao,
sei invitata ufficialmente al mio contest "cook the book"!!! Consigliami un libro ed abbina una ricetta!
Ti aspetto Fede
http://federicadp.blogspot.com/2011/02/il-mio-primo-contest-cook-book.html

terry said...

Dolcetto da bonfire night... con il mio amato black treacle...lo adoro!!! oggi un dolce storico tra i miei favourite! :)
sempre bello venir da te! :)
baci

Gambetto said...

La foto mi piace ma si sa...io non faccio testo e tu lo sai bene. Piuttosto pensavo...ma come in una ricetta anglosassone con quantità di burro ridotto...tu poi lo aggiungi per spalmarlo durante la degustazione?!...allora dillo che sei english inside!!!